Carpi, Bonaccini all’ex Campo Fossoli ricorda i 67 martiri dell’eccidio nazifascista

"Guai ad equiparare chi lotto' per tenere in vita un regime che si rese protagonista di eccidi e lutti indicibili, con chi diede la vita per ridare a tutti noi liberta', pace, democrazia"
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – “Sono passati 76 anni dall’eccidio di Carpi, dove 67 internati politici furono trucidati dalle SS e dalla follia nazifascista. Oggi alla commemorazione insieme ai familiari delle vittime, al Sindaco Bellelli, al Presidente della Fondazione Castagnetti e all’On. Fiano, nell’ex campo di Fossoli, abbiamo ricordato insieme la memoria dei 67 martiri. Guai a dimenticare, guai ad equiparare chi lotto’ per tenere in vita un regime che si rese protagonista di eccidi e lutti indicibili, con chi diede la vita per ridare a tutti noi liberta’, pace, democrazia”. Lo scrive su facebook Stefano Bonaccini, presidente della regione Emilia Romagna.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

12 Luglio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»