Caso Arata, Morra (M5S): “Salvini convocato in commissione Antimafia”

Per Nicola Morra, presidente della commissione Antimafia del M5S, è "urgente" che il ministro Salvini riferisca sul caso Arata
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Ho richiesto con lettera ufficiale in data 7 maggio 2019 la convocazione del ministro dell’Interno Salvini in commissione Antimafia. Lettera ufficiale che è partita solo dopo numerose sollecitazioni informali per fissare una data di audizione già dalla terza settimana d’insediamento della commissione stessa, ovvero a dicembre 2018. Il rispetto istituzionale avrebbe richiesto una veloce risposta alle interlocuzioni informali anche per dare precedenza a chi è preposto con le sue linee guida alla lotta alla mafia. La lettera ufficiale è solo l’ultimo passaggio che oggi, anche alla luce dei nuovi arresti in Sicilia, mi vede costretto a renderlo pubblico e ribadire l’urgenza dell’audizione del ministro Salvini”. Cosi’ Nicola Morra presidente commissione Antimafia.

LEGGI ANCHE: Corruzione, arrestati Paolo Arata e suo figlio. In manette anche il ‘re dell’eolico’ Vito Nicastri

ARATA. SALVINI: L’HO INCONTRO A UN CONVEGNO DELLA LEGA

“Non commento le indagini. E’ stato scritto che era il mio consultente per l’energia, ma è venuto a un convegno della Lega. Anche i giornali dovrebbero fare maggiore attenzione a quel che scrivono, io l’ho incontrato una volta a un convegno”. Cosi’ Matteo Salvini, parlando in Transatlantico alla Camera dopo il question time, sull’arresto di Paolo Arata. “Non sono preoccupato”, aggiunge.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

12 Giugno 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»