Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Migranti, in Polonia corteo “contro l’invasione”. E la Bielorussia minaccia l’Ue

Dopo le nuove sanzioni prospettate dall'Ue Lukashenko minaccia il blocco delle forniture di metano
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Appelli a “fermare l’invasione” di migranti, che sarebbero pronti ad arrivare dal confine con la Bielorussia, hanno segnato oggi a Varsavia un corteo indetto nell’anniversario dell’indipendenza della Polonia. Fonti dell’agenzia Dire nella capitale hanno condiviso foto e filmati nei quali si vedono dimostranti con sciarpe e bandiere nazionali bianco-rosse.

La ricorrenza dell’11 novembre, il Narodowe Swieto Niepodleglosci, ricorda l’anniversario della Seconda Repubblica di Polonia, 123 anni dopo la spartizione del Paese nel 1795 da parte di Russia, Prussia e Austria.

Sul piano internazionale, lo scontro sui migranti è stato segnato oggi anche dalle dichiarazioni del presidente bielorusso Aleksandr Lukashenko. Il capo di Stato è apparso minacciare uno stop delle forniture di metano che raggiungono l’Ue attraverso il suo Paese. “Se imporranno nuove sanzioni dovremo rispondere” ha detto Lukashenko. “Noi riscaldiamo l’Europa e loro ci minacciano”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»