La Festa dell’Unità a Bologna si farà: confermata a settembre

Il Pd di Bologna insomma non rinuncia, nell'anno che portera' alle amministrative del capoluogo la primavera prossima, alla propria kermesse
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

BOLOGNA – Tornano le feste dell’Unita’ a Bologna. La conferma arriva dal segretario provinciale del Pd Luigi Tosiani, che attende ormai solo di poter dare l’ufficialita’ al programma per l’estate 2020 alla luce delle nuove nome anti-Covid. Il Pd di Bologna insomma non rinuncia, nell’anno che portera’ alle amministrative del capoluogo la primavera prossima, alla propria kermesse. “Saranno nuove, diverse, saranno feste dell’Unita’ 1.0, fatte di pane e politica”, ha detto oggi Tosiani in una intervista a Ètv. 

A breve verra stilato il programma delle feste nell’area metropolitana, ma soprattutto verra’ confermato “nel canonico periodo” l’appuntamento di settembre con la festa provinciale. “A settembre vogliamo tornare a fare la festa al Parco nord”, dice Tosiani: manca ancora il timbro definitivo, ma “l’intenzione e’ quella di farla”. Una festa “in sicurezza”, precisa Tosiani, ma che riproporra’ anche in epoca di distanziamento il binomio politica e cibo. “Ci si ritrovera’ distanziati, rispettando tutte le prescrizioni per stare insieme e fare comunita’ e fare politica. Siamo convinti e determinati per ripartire anche da questo”, afferma ancora il segretario. “Siamo mettendo a punto un calendario aspettando tutte prescrizioni- dice ancora il dem- per rispettare al massimo le nuove regole per il Covid che dovremo tutti rispettare e a cui ci stiamo tutti abituando”.

Intanto, la federazione bolognese ha visto premiare dal segretario nazionale Nicola Zingaretti l’ex segretario provinciale Francesco Critelli (diventa vice responsabile organizzazione con delega al tesseramento) e Davide Di Noi, nominato responsabile del dipartimento Cultura e spettacolo. La presidente del partito Valentina Cuppi avra’ invece la responsabilita’ di coordinare il progetto Women New Deal. Una nuova responsabilita’ anche per Lucia Bongarzone, coordinatrice delle dem emiliano-romagnole chiamata a guidare il dipartimento pari opportunita’ e politiche per le famiglie. “Un incarico che ricopriro’ con lo stesso impegno, la stessa passione e la stessa dedizione che ho messo in questi anni alla guida della conferenza regionale delle donne democratiche dell’Emilia-Romagna”, fa sapere Bongarzone in una nota.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

11 Giugno 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»