hamburger menu

“L’amministratore ruba ai condomini”. Ma stavolta è vero: a Bologna va ai domiciliari

Un cinquantenne è finito ai domiciliari con le accuse di appropriazione indebita e truffa. Indagini su 150 posizioni anche a Ferrara e Ravenna

amministratore

BOLOGNA – Torna un grande classico della commedia all’italiana. L’amministratore di condominio che ruba ai condomini. Anche se stavolta, indaga la Gdf di Bologna coordinata dal pm Marco Imperato, è tutto vero. Tra il 2017 e il 2021 si sarebbe appropriato, con la complicità della moglie e di un cittadino macedone 40enne titolare di un’impresa edile, di “circa 324.000 euro”, somma ‘drenata’ dai conti correnti di una parte degli oltre 150 condomini che amministra assieme alla moglie a Bologna e nelle province di Ferrara e di Ravenna.

SEQUESTRATO IL DENARO SOTTRATTO AI CONDOMINI

La Guardia di finanza bolognese ha però scoperto tutto e l’amministratore, un 50enne italiano, è finito agli arresti domiciliari con le accuse di appropriazione indebita e truffa, mentre la moglie, anch’essa 50enne, e il 40enne macedone sono stati denunciati per gli stessi reati. Oltre a queste misure cautelari personali, le Fiamme gialle fanno sapere che il gip di Bologna, Domenico Truppa, ha disposto anche il sequestro del denaro sottratto ai condomini, finito su carte prepagate e conti correnti personali degli indagati. Questo, spiegano gli investigatori, è però solo il primo esito dell’indagine, in quanto gli accertamenti proseguiranno per verificare se l’uomo abbia sottratto altri soldi dagli immobili che gestisce assieme alla moglie.

FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-05-11T13:03:43+02:00