Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

‘Persistence’, ovvero qual è il segreto del successo di un jazzista. Parola di Giacinto Piracci

Il secondo lavoro del musicista, edito da Skidoo Records, sarà presentato a Napoli il prossimo 13 maggio al Cellar Theory
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

giacinot_piracci_persistenceROMA – “Ero a Siena Jazz molti anni fa e un compagno di corso aveva questa abitudine di chiedere ai musicisti affermati, internazionali o meno, quale fosse il segreto del loro successo. Gli artisti all’inizio erano un pò sorpresi ma poi stavano al gioco. La risposta che mi colpì più di tutte, credo di Furio Di Castri, fu ‘la persistenza’”. A raccontare l’aneddoto è Giacinto Piracci, jazzista napoletano alla vigilia della presentazione del suo secondo lavoro discografico, ‘Persistence’. Appunto.

Un credo, quello del chitarrista napoletano classe 1974, che nella musica riesce a far convivere due anime: quella più concreta e quella più poetica.

Un suono moderno, quello che propone Piracci, che porta in vita questo dualismo attraverso una scrittura che, seppur a tratti complessa, riesce ad arrivare alle corde emotive dell’ascoltatore.
Persistence è composto da dieci tracce che attraversano in chiave jazz generi diversi tra loro, in un patchwork di melodie e mood dalle più svariate sfumature di chiaroscuri.

Il lavoro, edito da Skidoo Records, sarà presentato a Napoli il prossimo 13 maggio al Cellar Theory.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»