Covid, Sileri: “Non si cambia équipe durante un intervento difficilissimo”

sileri
Ancora dubbi su cosa succederà al Ministero della Salute con il governo Draghi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Non si cambia équipe durante un intervento difficilissimo perché finisce il turno”. Lo dice il senatore Pierpaolo Sileri, Vice Ministro della Salute, durante il programma Gli Inascoltabili sulle frequenze di Nsl Radio.

LEGGI ANCHE: Covid, Sileri: “Vaccino Astrazeneca efficace, ma seconda dose raccomandata dopo 12 settimane”

Su una sua riconferma nel prossimo Governo, Sileri spiega di aver “sempre creduto che la legislatura sarebbe durata fino al 2023, purtroppo l’Italia fa troppi Governi nell’arco della stessa legislatura, su questo abbiamo il record mondiale ed è l’unico record che non dovremmo avere. Io avevo messo in conto di tornare in sala operatoria nel 2023 e non mi ricandiderò. Non so nulla di questo nuovo Governo, la compagine politica sembra quasi chiara: Draghi sarà allenatore di una squadra della quale non conosciamo ancora la rosa. Le cariche non si cercano, ma si prendono e sarei onorato di proseguire il mio lavoro perchè potrebbe essere un’esperienza magnifica soprattutto per un Governo di unità nazionale, un’esperienza che porterebbe alla ricostruzione un po’ come alla fine della seconda guerra mondiale. Tante persone – conclude – fanno gli endorsement per me io invece sono qui a fare il mio lavoro, se ci sarò bene, altrimenti continuerò ad onorare il mio mandato”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»