All’Università Niccolò Cusano il convegno su… Cusano: il filosofo spiegato agli studenti

Oggi presso l’aula magna dell’Università che porta il suo nome si è tenuto il convegno ‘Niccoló Cusano e il mondo moderno’
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Niccolò Cusano figura poliedrica del ‘400 è stato cardinale, teologo, filosofo, giurista, matematico e astronomo. La sua figura e i suoi insegnamenti sono stati al centro del convegno ‘Niccolò Cusano e il mondo moderno’ che si è tenuto oggi presso l’aula magna dell’Università che porta il suo nome. “La forza di un filosofo, come di uno scrittore, è proprio quella di aver detto cose che restano valide nel tempo”, ha affermato il rettore Fabio Fortuna, che ha aperto l’incontro. Una figura, quella di Cusano, che trova poco spazio nei manuali e nei libri di testo ma che vale la pena ricordare e riscoprire: “E’ giusto che i nostri studenti sappiano chi è stato, cosa ha fatto durante la sua vita, le tante cose di cui si è occupato- ha sottolineato Fortuna- e possano prendere atto che rappresenta una figura filosofica interessante”.

Alberto Clerici, professore dell’università Niccolò Cusano, ha evidenziato le tre principali ragioni per cui è stato deciso di promuovere l’iniziativa: la prima “è l’uscita di un volume internazionale dedicato all’influenza che il pensiero di Cusano ha avuto su diversi autori successivi a lui e importanti per la genesi del pensiero moderno come Lutero, Calvino, Giordano Bruno e Leonardo da Vinci”. La seconda, prosegue Clerici, è di ordine didattico “per avvicinare gli studenti a colui che ha dato il nome all’ateneo”. La terza, ma non per questo meno importante, è per fare rete “nel momento in cui abbiamo inaugurato un nuovo campus, un nuovo edificio- conclude il docente- è importante far conoscere la nostra università agli ospiti internazionali“. Tra i relatori Michaela Valente dell’Università del Molise, Matthias Riedl della Central european University di Budapest-Wien e Andrea Fiamma dell’Università di Chieti-Pescara. Presenti anche i curatori del volume, Joshua Hollman, Simon J. Burton e Eric M. Parker.

 

 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

10 Ottobre 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»