In Sardegna ora fanno paura gli incendi, l’Anci lancia l’allarme: “Tagliato personale”

Il personale dell'agenzia Forestas da impiegare per la campagna antincendi 2020 è stato drasticamente ridotto: i sindaci sono preoccupati
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

CAGLIARI – “Ci arrivano dai territori, dai comuni e dalle comunità, costanti segnalazioni e grida di allarme per la drastica riduzione del personale dell’agenzia Forestas da impiegare per la campagna antincendi 2020, con gravissimi rischi per la pubblica incolumità e per l’ambiente”. A lanciare l’allarme è il presidente di Anci Sardegna, Emiliano Deiana, che oggi ha scirtto all’assessore regionale alla Difesa dell’ambiente, Gianni Lampis, e al presidente della commissione Ambiente del Consiglio regionale, Giuseppe Talanas, per rappresentare, sottolinea, “la grandissima preoccupazione del sistema delle autonomie locali in merito all’organizzazione della campagna antincendio 2020 e in particolare sulla situazione dell’Agenzia Forestas e dell’utilizzo del suo personale”.

Per Deiana, la mancanza di figure di operai qualificati, l’impossibilità di assegnare mansioni superiori, il mancato passaggio dei dipendenti al comparto regionale con la definizione del percorso tracciato dalle leggi regionali 43 del 2018 e 6 del 2019 e lo stallo in seno al Comitato per la rappresentanza negoziale (Coran), “stanno determinando una situazione complicata per chi, a livello locale, dovrà gestire la campagna antincendio sui territori. Chiediamo con forza- conclude- una soluzione che tenga ferme le previsioni normative delle leggi regionali 43 e 6, e al contempo superi lo stallo determinatosi in questa difficile fase”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

9 Giugno 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»