Libia, ex Premier Gebril: “Un rischio andare al voto adesso”

Intervista a Roma: "Serve un governo di unità e legge elettorale"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Se andiamo alle elezioni oggi, con il Paese cosi’ diviso, in Libia rischiamo di peggiorare la situazione”. Lo dice l’ex primo ministro Mahmoud Gebril, in un’intervista rilasciata a margine della conferenza ‘Africa in Action’ che si e’ appena conclusa a Roma.
“C’e’ stata una internazionalizzazione eccessiva della crisi; gli attori stranieri sono diventati quelli principali, mentre per risolvere la crisi e’ necessario che i cittadini tornino ad essere al centro” afferma Gebril: “Ora l’obiettivo e’ far sedere tutti gli attori interni a un tavolo, senza l’interferenza di nessuno, e formare un governo di unita’ nazionale che non escluda nessuno”.

Pur senza escludere categoricamente la possibilita’ di andare a elezioni entro l’anno, il voto per Gebril e’ subordinato al raggiungimento di tre condizioni: “Sicurezza, accettazione dei risultati da parte di tutte le forze politiche e una nuova legge elettorale fatta da un governo di unita’ nazionale”. Solo dopo aver ottenuto questi tre risultati, l’ex premier sembra intenzionato a valutare una possibile candidatura.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»