Egitto, doppio attacco contro chiese copte: decine di vittime. Papa conferma visita per fine aprile


ROMA – Doppio attentato in Egitto: ad essere colpite due chiese cristiano copte nel giorno della domenica delle palme. La prima esplosione è avvenuta nella città egiziana di Tanta, a nord del Cairo, ed avrebbe causato almeno 25 morti e circa 80 feriti. La seconda si è invece verificata fuori dalla chiesa di San Marco ad Alessandria e, secondo un primo bilancio, avrebbe causato 11 morti e 35 feriti.

Stando a quanto riporta l’emittente Al Arabiya, l’esplosione avvenuta a Tanta sarebbe stata causata da un ordigno posizionato sotto una panca della chiesa ed azionato a distanza durante la celebrazioni per la domenica delle Palme. Ad Alessandria, invece, un kamikaze si sarebbe fatto esplodere davanti al portone della chiesa di San Marco, punto di ritrovo della comunità copta più grande d’Egitto. Lo stesso patriarca Tawadros II era all’interno della chiesa al momento dello scoppio, ma non è rimasto coinvolto.

PAPA FRANCESCO: SIGNORE CONVERTA CHI SEMINA TERRORE

Papa Francesco nella preghiera conclusiva per la domenica delle palme, in piazza san Pietro, esprime il cordoglio per l’attentato di questa mattina in una chiesa copta al Cairo. “Il Signore converta i cuori delle persone che seminano terrore, violenza e morte, e anche il cuore di quelli che fanno e trafficano le armi. Al mio caro fratello, papa Tawadros II, alla Chiesa copta, e a tutta la cara nazione egiziana esprimo il mio profondo cordoglio”, ha detto Papa Francesco.

Il Vaticano ha comunque confermato la visita del Papa in Egitto, prevista per il 28 e 29 aprile.

9 Aprile 2017
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»