Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

VIDEO | Sanremo, il meglio e il peggio della quarta serata

Ecco le pagelle della quarta serata. I migliori e i peggiori secondo la redazione di diregiovani.it.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Ecco le pagelle della quarta serata. I migliori e i peggiori secondo la redazione di diregiovani.it.

INTONATI

Ligabue – 5/5

L’unico ospite della serata ha fatto per dieci. Il cantautore ha fatto cantare a squarciagola tutto l’Ariston, compresa la sala stampa. Se non bastasse il merito alle sue canzoni – si è esibito con il nuovo singolo Luci d’America e con Urlando contro il cielo – a rendere ancora più speciale la sua partecipazione il siparietto con Bisio e il duetto con Baglioni nell’omaggio a Guccini.

Achille Lauro con Morgan – 5/5

E’ stato impossibile non cantare a squarciagola, non ballare e non scatenarsi. La coppia Achille Lauro è stata rock, punk ed esplosiva. Bravi e noi vogliamo il “bis” e il “tris”.

https://www.youtube.com/watch?v=GHvx64ppsVw

Bisio e Anastasio – 3.5/5

Claudio Bisio delizia il pubblico con un monologo incentrato sul mestiere di padre. Non uno dei suoi migliori. L’attore che voleva commuovere non è riuscito nell’intento. Ha anzi, a tratti, annoiato. A salvare, però, questo numero è arrivato, a sorpresa, Anastasio, ultimo vincitore di X Factor. Il suo pezzo rappato è da applauso!

STONATI

Baglioni e Virginia Raffaele nel duetto di chitarre 2/5

Il direttore artistico e la comica hanno imbracciato due chitarre per strimpellare per un duetto che doveva essere simpatico. Il risultato, invece, non è stato quello sperato. Per la prima volta in questo Festival, Virginia perde brillantezza.

Giuria d’onore troppo “vintage”  2/5

La giuria d’onore non è in linea con la contemporaneità portata al 69esimo Festival di Sanremo. Manca infatti una componente giovane tra i giurati che possa portare ad una scelta equa.

Duetto Anna Tatangelo con Syria 2/5

Nella serata dei duetti, Anna Tatangelo ha scelto di portare sul palco dell’Ariston Syria. Il racconto intimo di “Lady Tata” è ‘annegato’ nella noiosa interpretazione della cantante romana, che ha accompagnato con poca verve la Tatangelo. 

https://www.youtube.com/watch?v=I5yPhDQWO30

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»