Pedaggi autostrade, la protesta di 50 sindaci di Lazio e Abruzzo davanti al Mit

Contro il rincaro, di quasi il 13%, dei pedaggi sulle autostrade A24 e A25 che collegano le due regioni
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Circa 50 sindaci dei comuni del Lazio e dell’Abruzzo stanno manifestando, davanti al ministero dei Trasporti a Roma, contro il rincaro, di quasi il 13%, dei pedaggi sulle autostrade A24 e A25 che collegano le due regioni.

I primi cittadini chiedono l’immediata sospensione degli aumenti e la declassificazione del tratto urbano della Roma-L’Aquila dalla barriera di Roma Est fino all’intersezione della Tangenziale

Al momento e’ in corso una riunione tra il ministro Graziano Delrio e i governatori Nicola Zingaretti e Luciano D’Alfonso. “È un aumento indecoroso, un atto offensivo verso i territori- ha detto all’agenzia Dire il sindaco di Subiaco, Francesco Pelliccia- perche’ non si possono pagare 10 euro per andare e tornare da Roma. Chiediamo che sia il governo a farsi carico del problema e se non ci saranno cambiamenti, la nostra mobilitazione proseguira’”. Sulla piazza antistante il ministero e’ in corso anche una manifestazione di Casapound.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»