Crisi di governo, Cuperlo (Pd): “Serve unione. Senza il Pd la sinistra non vince”

Le elezioni? "Appena il Parlamento avrà licenziato le nuove leggi elettorali per Camera e Senato, le istituzioni vanno messe in sicurezza"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

sede PDROMA – “Sono interessato a ricostruire un centrosinistra di governo che sia unito e competitivo. Penso, come Pisapia, che debba essere un campo largo, civico e alternativo alla destra in tutte le sue espressioni. Per riuscirci non basta solo il Pd ma senza il Pd la sinistra non vince“. Lo ha detto, in una intervista a La Repubblica, Gianni Cuperlo (Pd). Credete di avere tempo per costruire questo ponte? “Il tempo non è infinito perché c’è una destra nuova, reazionaria, che incalza e fonda il suo consenso sulla crisi delle democrazie. Ma anche questo dovrebbe spingere tanti a vedere il pericolo e a lavorare per una sinistra diversa”. Subito congresso Pd o subito elezioni? “Congresso al più presto- ha risposto ancora Cuperlo-. Elezioni appena il Parlamento avrà licenziato le nuove leggi elettorali per Camera e Senato. Nessuno può immaginare di arrivare al 2018 ma mettiamo in sicurezza le istituzioni e le regole della rappresentanza”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»