Ambiente, verso un disegno legge sui valori soglia delle emissioni odorigene in Basilicata

È quanto annuncia l'assessore all'Ambiente della Regione Basilicata Gianni Rosa che ha incaricato un gruppo di lavoro congiunto tra il dipartimento Ambiente e l'Arpab con il supporto del Criab
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

POTENZA – Un disegno di legge per l’indicazione dei valori soglia e il monitoraggio delle emissioni odorigene, in particolare degli idrocarburi non metanici. È quanto annuncia l’assessore all’Ambiente della Regione Basilicata Gianni Rosa che ha incaricato un gruppo di lavoro congiunto tra gli uffici del dipartimento Ambiente e l’Arpab, con il supporto del Criab. Nei giorni scorsi i sindaci di Oliveto Lucano, Accettura e Stigliano avevano segnalato i cattivi odori percepiti nella zona e probabilmente legati alle attività petrolifere. “Già il 29 settembre ho richiesto agli enti competenti un intervento urgente per il controllo delle cause degli odori percepiti dalla cittadinanza” afferma Rosa chiarendo che non vi sono limiti stabiliti dalla legislazione nazionale per questo tipo di emissioni in atmosfera e che in tutte le autorizzazioni dei centri oli presenti in regione è stato imposto il monitoraggio delle emissioni odorigene.

Stiamo lavorando per approntare la migliore tutela dell’ambiente e della salute dei cittadini – aggiunge l’assessore – e contiamo al più presto di poter disporre di norme in grado di poter intervenire anche sulle matrici ambientali per le quali i limiti di emissione non sono chiaramente disciplinati nella normativa nazionale”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

8 Ottobre 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»