Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Speranza: “Lavoro a distanza fondamentale per spezzare la catena dei contagi”

speranza imagoeconomica
"Dal ministro Brunetta e dal ministro Orlando è stata approvata un'importante circolare"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “È stata approvata dal ministro Brunetta e dal ministro Orlando un’importante circolare sul lavoro agile, il lavoro a distanza. Sarà fondamentale che questa circolare venga adottata velocemente dal più alto numero di aziende private ed enti pubblici. Perché il lavoro a distanza può aiutarci molto a spezzare la catena del contagio”. Lo ha detto il ministro della Salute Roberto Speranza, intervistato dal Tg1. 

 SPERANZA: “LA SCUOLA RESTA IN PRESENZA E SICUREZZA”

“Il Governo ha scelto di tutelare la scuola come presidio fondamentale della nostra comunità. Non vogliamo che siano i più piccoli a pagare il prezzo di questa nuova fase epidemica: quindi la scuola resta in presenza e sicurezza“.

SPERANZA: “OBBLIGO VACCINALE SCELTA FORTE E GIUSTA”

L’obbligo vaccinale, secondo il nuovo decreto del governo, riguarda circa 27 milioni di italiani. “È una scelta forte e giusta– commenta Speranza- che ha l’obiettivo fondamentale di ridurre l’area dei non vaccinati nel nostro Paese. Quest’area è già ampiamente minoritaria, solo il 10% degli italiani sopra i 12 anni non sono vaccinati. Eppure- spiega il ministro- questo 10% produce l’occupazione di 2/3 dei posti letto in terapia intensiva e della metà dei posti letto in area medica”. “Ridurre l’area dei non vaccinati- conclude Speranza- è fondamentale. Ci consente di alleggerire la pressione sugli ospedali, di salvare vite e consentire al Paese di continuare a crescere e ripartire”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»