hamburger menu

Zaia: “L’autonomia è una scelta di modernità, non la secessione dei ricchi”

"Se alcune regioni esportano i rifiuti o peggio li hanno per strada non e colpa dell'autonomia, perché noi non l'abbiamo"

Pubblicato:07-08-2022 16:31
Ultimo aggiornamento:07-08-2022 16:31
Canale: Politica
Autore:
luca zaia
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

ROMA – “Verso le elezioni e pensando alle sfide che competono al prossimo governo “l’autonomia per noi non è un ‘di cui'” e “non è più un affaire della Lega o di qualche regione, ma la scelta di dare una struttura moderna a questo paese che deve abbandonare il Medioevo del centralismo”. Insomma è un passo che non riguarda “un gruppo di regioni, o del nord” ma “è una scelta di modernità e di responsabilità”. Luca Zaia, presidente della Regione Veneto, lo dice lo dice a Mezz’ora in più su Rai3.

L’autonomia “non sopporto si possa dire che è la secessione dei ricchi o menate del genere”, prosegue Zaia, perché “se alcune regioni esportano i rifiuti o peggio li hanno per strada non e colpa dell’autonomia, perché noi non l’abbiamo”. Invece, “il presidenzialismo penso sia da sostenere”, prosegue il presidente del Venero, “c’è chi dice che il paese non è pronto, ma i presidenti di regione sono eletti dal popolo e non mi pare ci siano stati dei golpe”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-08-07T16:31:16+02:00