hamburger menu

Rifiuti Roma, presidi: “Condizione accettabile nella maggioranza delle scuole”

ROMA- "Babbo Natale ci ha fatto un grande regalo. Sotto l'albero infatti abbiamo trovato un'illimitata operatività dell'Ama che, dopo il nostro

ROMA- “Babbo Natale ci ha fatto un grande regalo. Sotto l’albero infatti abbiamo trovato un’illimitata operatività dell’Ama che, dopo il nostro sollecito, ha reso accettabile la condizione nella stragrande maggioranza delle scuole, anche se non in tutte”. Così, all’agenzia Dire, il presidente dell’Associazione nazionale presidi di Roma e del Lazio, Mario Rusconi, a proposito dell’emergenza rifiuti che ha spinto i dirigenti scolastici a scrivere una missiva alla sindaca Virginia Raggi in cui si paventava la chiusura delle scuole qualora la situazione non fosse stata risolta.

“Continueremo a essere vigili perché tra qualche giorno la situazione potrebbe tornare quella di qualche giorno fa- ha aggiunto Rusconi- la cosa che ci ha maggiormente meravigliato è il silenzio assordante delle Asl, della Regione, del garante dell’Infanzia, delle associazioni di categoria che si sono risvegliati solo a seguito della nostra lettera”.

NESSUNA SEGNALAZIONE DALLE ASL

Non ci sarebbero segnalazioni dalle Asl, per il momento, in seguito all’intervento dell’Ama nei pressi delle scuole di Roma. Dopo la lettera dei presidi alla sindaca Raggi – in cui si paventava la chiusura degli istituti scolastici qualora la situazione non fosse migliorata- e la mobilitazione della Regione Lazio che ha incaricato le stesse aziende sanitarie di verificare eventuali emergenze igienico-sanitarie, la situazione sembra essere tornata alla normalità. Secondo quanto apprende l’agenzia Dire, tuttavia, per avere un quadro completo di tutto il territorio dagli ispettori delle Asl bisognerà attendere la mattinata di domani.

FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2019-01-07T15:22:53+02:00