Giovani, Ipsos: Per il futuro poca fiducia nella politica e nelle istituzioni

I giovani sono sempre più 'ricurvi' su se stessi e la propria famiglia: più si esce dalla cerchia familiare e minore è il senso di fiducia che i giovani ripongono nella mondo esterno.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – A chi ci si affida per costruire il proprio futuro lavorativo e nella società? Non di certo alle istituzioni e alla politica. Secondo il sondaggio di Ipsos (inserito nella ricerca ‘Ghost’ a cura della fondazione WeWorld) i giovani sono sempre più ‘ricurvi’ su se stessi e la propria famiglia: più si esce dalla cerchia familiare e minore è il senso di fiducia che i giovani ripongono nella mondo esterno.

In questo contesto – secondo quanto emerge dal campione nazionale di mille ragazzi intervistati – il livello di fiducia nelle istituzioni politiche è pressochè nullo: non più di 2 giovani su 10 dichiara di aver fiducia nello Stato e nelle istituzioni politiche italiane. Intorno all’80% la fiducia invece nei genitori, nella famiglia in generale negli amici e anche in se stessi.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»