Il sindaco di Ventotene: “Senza migranti l’isola muore”

"Molti mi hanno insultato dopo aver lanciato questo appello. Noi abbiamo un'urgenza impellente"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Gerardo Santomauro, sindaco di Ventotene, è intervenuto stamattina ai microfoni di Ecg, il programma condotto da Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio su Radio Cusano Campus, l’emittente dell’Università degli studi Niccolò Cusano. Senza immigrati Ventotene muore, dice il sindaco.

“Molti mi hanno insultato dopo aver lanciato questo appello, ma non mi aspettavo solo consensi. Decidendo di affrontare questa tematica ho messo nel conto anche gli insulti, io rispetto tutti, anche chi non la pensa come me ha il diritto di parlare. Noi abbiamo un’urgenza impellente, che è quella di riaprire la scuola media. L’ufficio scolastico provinciale con un provvedimento del tutto opinabile e arbitrario ha deciso di chiudere la scuola media perché c’erano solo 2 bambini. La scuola deve riaprire, chiediamo un intervento del ministro dell’Istruzione. Poi il problema è in prospettiva, l’anno prossimo. Finita la terza media non ci saranno proprio i bambini. Ecco perché abbiamo fatto appello a bambini e minori e non accompagnati. Di fatto senza immigrati Ventotene muore, tutti i piccoli comuni sono in queste condizioni. Questa è la realtà”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»