Papa Francesco per la regolarizzazione dei braccianti: “Rispettiamo la loro dignità”

"Invito a farre della crisi l'occasione per rimettere al centro la dignità delle persone e del lavoro"
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

MILANO – “Ho ricevuto diversi messaggi riferiti al mondo del lavoro e ai suoi problemi. In particolare, mi ha colpito quello dei braccianti agricoli, tra cui molti immigrati, che lavorano nelle campagne italiane. Purtroppo tante volte vengono duramente sfruttati. È vero che c’è crisi per tutti, ma la dignità delle persone va sempre rispettata. Perciò accolgo l’appello di questi lavoratori e di tutti i lavoratori sfruttati e invito a fare della crisi l’occasione per rimettere al centro la dignità della persona e del lavoro”. Così Papa Francesco, durante l’udienza generale del mercoledì, raccoglie l’appello per la regolarizzazione dei migranti che lavorano come braccianti nel settore agricolo.

LEGGI ANCHE: Migranti, Crimi: “No a sanatoria irregolari”. Bellanova: “Pronta a dimettermi”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

6 Maggio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»