Dante, Franceschini: “Per il Dantedì lettura di Benigni al Quirinale”

"Benigni ha avuto la capacità di riempire le piazze leggendo Dante. E' davvero simbolico che questo avvenga nel luogo più simbolico e rappresentativo dell'unità d'Italia".
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Il 25 marzo, giorno del Dantedì, ci sarà’ un evento simbolico: la lettura di un canto della Divina Commedia di Roberto Benigni al Quirinale, alla presenza del presidente della Repubblica. La lettura sarà trasmessa in diretta Rai”. Lo ha annunciato il ministro della Cultura, Dario Franceschini, durante la presentazione delle iniziative per le celebrazioni dei settecento anni dalla morte di Dante Alighieri e degli eventi in programma per il prossimo Dantedì, istituito lo scorso anno ogni 25 marzo dalla Presidenza del Consiglio.

“Benigni- ha aggiunto Franceschini- ha avuto la capacità di riempire le piazze leggendo Dante. E’ davvero simbolico che questo avvenga nel luogo più simbolico e rappresentativo dell’unità d’Italia”.

“DANTE CI AIUTA A SENTIRCI UNITI, DA COMITATO LAVORO STRAORDINARIO”

“Il Comitato ha fatto un lavoro straordinario, selezionando centinaia di iniziative. E’ un anno particolare e anche in questo momento Dante ci aiuta a sentirci comunità nazionale e ci insegna ad avere fiducia. Per quest’anno dovremo avere in mente l’ultimo verso dell’Inferno che deve essere di monito, di insegnamento e di speranza adesso: ‘E quindi uscimmo a riveder le stelle’. Siamo tutti in attesa di riveder le stelle, ascoltare musica, vedere treatro, guardare cinema nelle piazze italiane insieme”.

“Il Dantedì è stato istituito nel 2020 e durerà per sempre, come durerà per sempre la fama e la notorietà di Dante- ha continuato Franceschini- Quest’anno il Dantedì è particolarmente importante perchè coincide con i 700 anni della morte del Sommo Poeta e per questo sono previste tantissime manifestazioni in tutta Italia, con un fiorire di iniziative spontanee che è impossibile censire, e che si aggiungono a quelle selezionate dal Comitato nazionale Dante 2021 presieduto dal professore Carlo Ossola”.

“DANTE PUO’ ACCOMPAGNARE I GIOVANI PER TUTTA LA VITA”

“Dante ha avuto una grande capacità di vedere oltre il proprio tempo, è questa la cosa più importante. Siamo in un mondo che vede grandi trasformazioni, positive e negative, e avere la capacità di vedere più avanti rispetto al quotidiano è un grande insegnamento che dobbiamo avere e che i giovani potrebbero attrarre, vivendo la Divina Commedia non come una cosa che si deve studiare a scuola, ma anche come una cosa che può accompagnare per tutta la vita“.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»