Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Giorgia Meloni porta Roberto Saviano a processo per diffamazione

roberto saviano imago
Lo scrittore, rivolgendosi alla leader di Fratelli d'Italia e a Matteo Salvini, aveva usato il termine 'bastardi' nel corso della trasmissione 'Piazzapulita'
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Roberto Saviano è stato rinviato a giudizio per diffamazione dal gup del Tribunale di Roma. Lo scrittore era stato querelato dalla leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni. Nel corso della puntata del 7 dicembre 2020 di ‘Piazzapulita’ in onda su La7, Saviano, parlando della questione migranti, aveva detto: “Vi sarà tornato alla mente tutto il ciarpame detto sulle Ong: ‘Taxi del mare’, ‘crociere’… Mi viene solo da dire: bastardi. A Meloni, a Salvini, bastardi, come avete potuto?“.

La prima udienza del processo contro l’autore di Gomorra è stata fissata per il 15 novembre 2022. Saviano era presente in aula, quando il gup ha deciso per il rinvio a giudizio. E adesso dovrà quindi affrontare un processo per diffamazione nei confronti di Giorgia Meloni, con la quale negli ultimi anni ci sono stati reciprochi attacchi a distanza, soprattutto sul tema dell’accoglienza.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»