Domani “No cash day”, Palazzo Begni: “Usate la Smac”

SAN MARINO - Una giornata contro l'evasione e
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

soldi

SAN MARINO – Una giornata contro l’evasione e in favore dell’uso della moneta elettronica. Domani si celebra il “No cash day“, tradotto letteralmente il giorno senza contante“, iniziativa patrocinata dal Parlamento europeo. La segreteria di Stato per le Finanze del Titano sottolinea la condivisione all’evento e invita i sammarinesi ad aderire. Non solo, l’iniziativa è anche occasione per valorizzare la smac card, il borsellino elettronico nazionale.

palazzo begni_segreteria Esteri“Nella giornata di domani- scrive infatti una nota di Palazzo Begni- l’invito è quello non solo di effettuare i pagamenti con moneta elettronica, ma di suggerire a coloro che non avessero ancora dimestichezza la funzione di borsellino elettronico della Smac e dare così impulso ad un progetto tutto sammarinese, nato dal territorio per il territorio”. Lo strumento elettronico di pagamento è sempre più diffuso, sottolinea la nota istituzionale, i dati raccontano di un 40% delle transazioni in Europa effettuati per mezzo elettronico nelle diverse forme disponibili. “A San Marino la Smac card– prosegue il testo- costituisce uno strumento elettronico innovativo che racchiude diverse funzioni tra cui quella di borsellino elettronico che si sta sempre più diffondendo”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»