Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Accordo Miur-Mibact: cinema e teatro arrivano tra i banchi

Tra le iniziative previste dall'accordo due bandi di concorso rivolti agli studenti di ogni ordine e grado: 'Ciak! Si studia' e 'Scrivere il teatro'
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

giannini franceschini

ROMA – Il cinema e il teatro entrano nelle scuole di tutta Italia. E’ di oggi la firma di un protocollo d’intesa tra i ministeri dell’Istruzione e dei Beni culturali per “favorire e valorizzare il linguaggio teatrale e cinematografico, in ogni sua forma, nei contesti educativi, in particolare nelle aree urbane e nelle zone più disagiate del Paese”.

Tra le iniziative previste dall’accordo siglato stamattina a Roma dai ministri Stefania Giannini e Dario Franceschini al cinema Trevi, due bandi di concorso rivolti agli studenti di ogni ordine e grado: ‘Ciak! Si studia’ e ‘Scrivere il teatro’. “Le scuole sono andate spesso a teatro e al cinema- ha detto Giannini- noi oggi portiamo il cinema e il teatro nella scuola”. Con i due bandi di concorso che inaugurano le attività congiunte Miur-Mibact, “invitiamo tutte le scuole italiane a presentare il loro modo di vedere sceneggiatura, regia, soggetti che possano essere trasformati in prodotti cinematografici o in un testo teatrale. Non è un passaggio banale- ha detto Giannini- perché significa dare alla scuola un ruolo centrale di elaboratore di strumenti sia formali che di contenuto”.

Oltre i due concorsi, Miur e Mibact promuoveranno una serie di attività congiunte che saranno realizzate nel 2016 e in particolare in prossimità della Giornata mondiale del teatro (27 marzo), della Giornata mondiale del patrimonio audiovisivo (27 ottobre) e della Giornata del contemporaneo (15 ottobre). “Dall’inizio di questa esperienza di governo con il ministro Giannini abbiamo deciso di fare un lavoro insieme anche per rimediare ai ritardi del Paese sulla lettura e sulla presenza nei teatri e nei cinema. Per farlo- ha detto Franceschini- bisognava partire dalle scuole”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»