Vandali in azione a Palermo, imbrattata la foto di papa Francesco

È accaduto davanti alla casa di don Pino Puglisi, sacerdote assassinato dalla mafia il 15 settembre del 1993
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

PALERMO – Vandali in azione a Palermo davanti alla casa di don Pino Puglisi, sacerdote assassinato dalla mafia il 15 settembre del 1993. La sera dell’1 novembre, infatti, sono stati imbrattati con della vernice rossa tre scatti della mostra permanente denominata ‘Sui suoi passi’ e installata a piazzetta Beato Padre Puglisi in ricordo della visita di Papa Francesco. Le foto ritraggono il pontefice in alcuni momenti del suo arrivo alla Casa Museo del Beato Giuseppe Puglisi.

“Purtroppo il racconto sin qui ci farà affermare che nulla di nuovo è accaduto – dice Maurizio Artale, presidente del Centro di accoglienza ‘Padre Nostro’ fondato da don Puglisi -. I ‘soliti noti’ hanno colpito di nuovo e ormai questa città si è abituata a vedere vandalizzati i luoghi della memoria, luoghi simbolici che parlano a tutti di chi si e’ sacrificato per il bene di ogni uomo. Come sempre, abbiamo chiamato i carabinieri per sporgere regolare denuncia dell’accaduto e mentre gli stessi, insieme con i volontari del Centro, svolgevano il sopralluogo, una signora di circa 35 anni è scesa in piazza raccontando che proprio quella sera, la sera di Ognissanti, sino alle 23 un gruppo di ragazzi, come tutte le sere, schiamazzava attorno alle foto”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

3 Novembre 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»