Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Giornale radio sociale, edizione del 3 marzo 2020

Giornale radio sociale, edizione del 3 marzo 2020
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

SOCIETA’ – Piove sul bagnato. I 70 milioni di euro aggiuntivi, che erano stati destinati al fondo del Servizio Civile Universale dal governo, non sarebbero più disponibili. È stato lo stesso Ministro con delega, Vincenzo Spadafora, a farlo sapere. Il Forum del Terzo Settore lancia l’allarme: con questa decisione si rischia di lasciare a casa migliaia di giovani. Per Licio Palazzini, presidente della Conferenza nazionale Enti per il Servizio Civile (Cnesc), siamo di fronte ad un “quadro drammatico”. 

ECONOMIA – Lavoro e Welfare. Il Comune di Bologna chiederà una riprogrammazione dei servizi non resi nei giorni di chiusura a seguito dell’ordinanza regionale per evitare la diffusione del coronavirus in modo da impegnare proficuamente il personale coinvolto e poter garantire lo stipendio ai lavoratori. Nel frattempo le famiglie non pagheranno la retta per i giorni di indisponibilità.

INTERNAZIONALE –  Ore contate. Il Colorado diventerà presto il ventiduesimo stato americano ad abolire la pena di morte. Dopo un’accesa discussione parlamentare e uno sfiancante ostruzionismo delle opposizioni, i promotori dell’iniziativa sono riusciti a vincere la battaglia. La nuova legge entrerà in vigore dal prossimo primo luglio ma probabilmente non riuscirà a risparmiare la vita ai tre uomini rinchiusi nel braccio della morte.

DIRITTI – Foto inaccessibili. Con una lettera di diffida, l’associazione delle persone con disabilità della Lombardia, la Ledha, protesta per le barriere architettoniche della mostra dedicata al fotografo Steve McCurry. Il servizio di Paolo Andruccioli
«Non garantire a ogni cittadino la possibilità di accesso e fruizione del patrimonio culturale e ritenere che il bello e la cultura siano limitati ad alcuni soggetti, escludendo le persone con disabilità motoria, costituisce una grave discriminazione”. È questo il messaggio della lettera dell’associazione Ledha. L’allestimento della mostra che resterà aperta fino al 13 aprile, all’interno dell’Arengario di Monza, era stato contestato già dal suo avvio a gennaio. Oggetto della mostra di Steve McCurry fotografo statunitense conosciuto a livello internazionale, sono 70 immagini che ritraggono persone da tutto il mondo assorte nell’attimo di leggere nei contesti più vari, dai luoghi di preghiera in Turchia, alle strade dei mercati in Italia, dai rumori dell’India ai silenzi dell’Asia orientale, Afghanistan, Cuba, Africa e Stati Uniti.

CULTURA – E’ morto un poeta. “Riposa nella pace del Signore”. Con queste parole, l’arcidiocesi di Managua ha annunciato la morte del sacerdote nicaraguense, scrittore e scultore Ernesto Cardenal, morto a 95 anni domenica sera per problemi respiratori di cui soffriva da tempo. È stato uno degli autori più noti e premiati dell’America Latina, protagonista della Teologia della liberazione. Un mistico ma “con le radici ben piantate nella terra” come l’ha definito l’amica poetessa Gioconda Belli.

SPORT – Il calcio e il suo mito. A Firenze, dal 27 al 29 marzo, una tre giorni di tornei, incontri, mostre e cimeli. Arriva la festa del calcio di ‘Totaalvoetbal’ che si rivolge ad appassionati e famiglie, con sette spazi a tema per un programma ricco di iniziative legate al mondo del calcio. Non mancherà il calcio giocato, quello femminile, quello dei gonfaloni di Firenze e di squadre straordinariamente “diverse”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»