Tav, Delrio: “Con Osservatorio Torino-Lione, ne abbiamo diminuito l’impatto e ridotto i costi”

Il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti commentan la decisione della Sindaca grillina di Torino, Chiara Appendino, di uscire dall'Osservatorio.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

G. Delrio

ROMA – “L’Osservatorio sulla Torino Lione, a cui partecipano Sindaci, Governo ed esecutori dell’opera e a cui il Movimento 5 Stelle non intende partecipare ritenendolo inutile, ha scelto di revisionare la Torino-Lione, riducendo i tratti di nuova linea da 82 chilometri a 32 chilometri, cancellando quindi 50 chilometri di nuova linea per scegliere di utilizzare  in gran parte la linea storica”. Così in una nota il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio, commentando la decisione della Sindaca grillina di Torino, Chiara Appendino, di uscire dall’Osservatorio.

“Con questa soluzione- aggiunge Delrio- il costo complessivo passa da 9 miliardi del progetto originale a 4,5 miliardi del nuovo scenario. In sostanza decine di chilometri sono stati revisionati per evitare la costruzione di nuove opere  e diminuire l’impatto sul territorio. Questa la verità dei fatti che non si vuol dire né in Val di Susa né agli  italiani. Cioè che insieme si può decidere per trovare le soluzioni più sobrie e rispettose dell’ambiente”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»