Jackie Chan, arriva l’Oscar alla carriera

La consegna dell'ambito riconoscimento avverrà a novembre a Los Angeles, durante una serata di gala per la consegna delle statuette
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

jackie_chanROMA – Una statuetta per Jackie Chan. L’attore 62enne, famoso per i suoi action movies orientali, riceverà l’Oscar alla carriera. A stabilirlo è stata ieri la speciale commissione degli Academy Award, che ha scelto il noto attore tra una rosa di nomi tra cui Lina Wertmuller, data per favorita.

La consegna dell’ambito riconoscimento avverrà a novembre a Los Angeles, in occasione di una serata di gala per la consegna delle statuette.

Jackie Chan, da stuntman a regista

Durante la sua carriera, Chan ha girato ben 100 film ma non tutti sono stati doppiati e distribuiti in Italia. Oltre al merito di aver portato sul grande schermo le arti marziali, l’attore si è sempre distinto per le spettacolari scene d’azione accompagnate da una mimica particolare.

Noti al grande pubblico sono i suoi bloopers, scene pubblicate alla fine del film in cui si vede Chan girare le scene pericolose senza l’ausilio di controfigure.

Attore tra i più ricchi del cinema americano

Attore e regista amato anche dai più giovani, Chan, grazie ai 61milioni di dollari guadagnati, è stato inserito da Forbes al secondo posto nella classifica degli attori più pagati al mondo. Tra i suoi film più noti: Rush Hour, Pallottole cinesi, Colpo grosso al drago rosso e Il ventaglio bianco

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»