Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Redazione femminile intervista tanti ospiti al convegno Alis

redazione femminile convegno alis
Studentesse dell'IIS Einaudi di Roma come reporter d'assalto
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

SORRENTO – Dalla ministra Elena Bonetti a Bruno Vespa, da Teresa Bellanova a Luigi Corradi, amministratore delegato di Trenitalia. Sono solo alcune delle personalità intervistate dalla redazione di studentesse dell’IIS ‘Einaudi’ di Roma, Polo Tecnico 4.0 per il turismo e l’economia del mare, a margine del convegno ‘Trasporti, Logistica e Sostenibilità’ organizzato da Alis (Associazione logistica dell’intermodalità sostenibile) dall’1 al 3 luglio a Sorrento.

Armate di smartphone, microfono dell’auricolare e tanta voglia di mettersi in gioco, le otto ragazze dell’indirizzo turistico dell’IIS ‘Einaudi’ hanno realizzato una serie di videointerviste che non hanno niente da invidiare a quelle professionali. Dalle risorse dell’economia del mare alle potenzialità offerte dall’intermodalità nei trasporti, dalla sostenibilità ambientale al poco spazio lasciato alle donne nel settore della logistica, le ragazze hanno posto delle domande accurate, ottenendo delle interviste approfondite e notiziabili. La questione delle pari opportunità è stata sollevata più volte dalle studentesse, che si sono subito accorte della scarsa rappresentanza femminile in un evento consacrato al settore della logistica.

“Come possiamo noi donne emergere lavorativamente in settori prettamente maschili?”, ha chiesto Laura alla ministra delle Pari Opportunità, Elena Bonetti. “Innanzitutto avendo il coraggio e la consapevolezza che le donne possono dare un contributo in tutti i settori, che non ci sono dei settori solo al maschile- ha risposto Bonetti- Per farlo bisogna studiare e acquisire competenze nuove, per fare in modo che settori come la logistica e i trasporti possano essere luoghi da abitare al femminile, con un vantaggio non solo per le donne, ma per i settori stessi, perché dove c’è una presenza paritaria fra uomini e donne c’è uno sguardo di diversità, che fa fare un salto alla proposta del settore”.

“Ci può spiegare perché, secondo lei, non ci può essere sviluppo economico senza sostenibilità ambientale?”, hanno chiesto alla senatrice Teresa Bellanova. “Perché la sostenibilità ambientale significa avere un’aria più sana- ha risposto- dei luoghi maggiormente vivibili, significa intervenire laddove non c’è stata in passato un’attenzione all’ambiente, investire su aziende che possano attivare questi processi virtuosi”.

Durante le due giornate del convegno le ragazze hanno intervistato più di una decina di personalità di spicco della politica, del mondo dell’imprenditoria e del giornalismo. Dopo il fisiologico imbarazzo iniziale, un po’ di soggezione di fronte ai politici, le studentesse hanno imparato a muoversi in totale autonomia, riuscendo a intercettare anche gli ospiti più in vista, come delle vere e proprie reporter d’assalto.

“È stata un’esperienza bellissima- ha commentato Marzia- non è da tutte le scuole permettere a delle ragazze di periferia, come me, di partecipare a un’opportunità del genere. Mi porterò molti ricordi, perché intervistare personaggi di spicco, politici e non, è un’esperienza importante”. “È stata un’esperienza unica- ha detto invece Laura- e credo che il fatto di trovarci di fronte a persone che vediamo solo in tv ci ha fatto superare un ostacolo, superare i nostri limiti, e sicuramente ci potrà servire per il nostro lavoro futuro”. “Sono molto soddisfatta di me stessa- ha ammesso Giorgia- di essere riuscita a mettermi in gioco, intervistare delle persone che non conosco, io che sono molto timida. Sono certa che in futuro potrà tornarmi utile, anche a livello personale, il ricordo di questa esperienza”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»