Rogo camper, Meloni: “Serif doveva stare in carcere. Ci è stato 20 giorni poi fuori”

"Questa non è giustizia, è indecenza", scrive su Facebook il presidente di Fratelli d'Italia, Giorgia Meloni
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Serif Seferovic – la bestia che ha ucciso le sorelle Elisabeth, Francesca e Angelica appiccando il fuoco al camper dove le tre ragazzine dormivano – è noto alla giustizia italiana per essere il rapinatore di Yao Zhang, la studentessa cinese morta a Roma sui binari nel tentativo di recuperare la sua borsa. Per quella tragedia questo disgraziato era stato arrestato e condannato a due anni di reclusione. Sapete quanti giorni ha passato in galera? 20. Doveva stare in prigione ma era fuori. Doveva scontare la sua pena ma era libero di uccidere tre innocenti di 20, 8 e 4 anni. Questa non è giustizia, è indecenza: uno Stato nel quale non c’è certezza della pena è complice dei delinquenti”. Lo scrive su Facebook il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni.

LEGGI ANCHEFermato a Torino un 20enne per rogo Roma in cui morirono sorelle rom: l’incendio dopo tanti litigi

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»