Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Elementor #197910

ROMA - Conciliare il piano di riassetto del piazzale ovest dovuto alla demolizione della Tangenziale est con il progetto del
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Conciliare il piano di riassetto del piazzale ovest dovuto alla demolizione della Tangenziale est con il progetto del nuovo tram sulla Tiburtina che sarà realizzato nei prossimi anni e che avrà come capolinea proprio l’area antistante alla stazione dell’alta velocità ferroviaria. Questo il tema della riunione della commissione Mobilità del Comune di Roma che si è tenuta questa mattina.

Il nuovo tratto di tranvia sarà lungo 1,5 chilometri, collegherà il Verano e la stazione Tiburtina, e potrebbe essere realizzato in due anni, di cui uno per espletare la gara e circa 12 mesi di cantieri. Tutto questo, però, se solo si riuscisse a sbloccare l’iter burocratico in tempi brevi.

Non sono pochi, infatti, i problemi ancora da risolvere, la maggior parte dei quali legati agli ultimi 400 metri della linea che si intrecciano con le progettualità legate all’abbattimento della tangenziale. Probabilmente bisognerà prima abbattere la sopraelevata e poi attivare la nuova tranvia conciliando il percorso con gli interventi urbanistici.

Proprio per questo motivo il presidente della commissione, Enrico Stefàno, ha chiesto oggi che “il tavolo congiunto Lavori pubblici, Urbanistica e Trasporti, con la presenza dei tecnici dell’agenzia Roma servizi per la mobilità, trovi entro l’estate un’ipotesi progettuale condivisa che permetta alla stessa agenzia di proseguire la progettazione della nuova linea”.

La nuova tranvia, quando sarà pronta, partirà da una nuova biforcazione dei binari a piazzale del Verano e correrà al centro della carreggiata di via Tiburtina, in sede protetta, verso la stazione. Lì sarà realizzato, probabilmente, un anello sull’attuale piazzale del capolinea degli autobus in modo da far ripartire velocemente i mezzi in direzione Verano che proseguiranno, da lì, verso San Giovanni o verso i Parioli su viale Regina Margherita.

Il costo dell’intervento sarà di circa 15 milioni. “Se le cose procedono bene- ha concluso Stefano- possiamo pensare di inserire queste risorse, o una prima parte, nel prossimo bilancio provisionale”.

Durante la commissione sono emerse anche alcune novità legate alla risistemazione del piazzale ovest della stazione Tiburtina. Da un lato è emersa la volontà, non ancora ufficiale, di trasferire la stazione dei pullman privati denominata Tibus ad Anagnina. Su questo ci sarebbe già stata una conferenza di servizi anche se non è ancora del tutto tramontata l’ipotesi di trasferimento sul piazzale est della stazione. Dall’altro è stata comunicata la decisione ufficiale di vincolare l’ex Istituto ittiogenico. Una novità da tenere conto nella progettazione del nuovo piazzale ovest una volta abbattuta la tangenziale.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»