Tg Lazio, edizione del 2 marzo 2021

Verso le scuole chiuse in zona rossa e la scomparsa di dj Coccoluto tra le notizie dell'edizione di oggi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

VERSO SCUOLE CHIUSE IN ZONE ROSSE, L’8 RIAPRONO A COLLEFERRO

Chiusura della scuole nelle zone rosse. Il governo sta lavorando a questa ipotesi in vista del dpcm del 6 marzo, che prevedrebbe anche la facoltà per i governatori di chiudere gli istituti qualora i contagi superassero il rapporto di 1 ogni 250 abitanti. Nel Lazio, al momento, le zone rosse sono quelle dei comuni di Torrice, Roccagorga, Monte San Giovanni Campano, Carpineto Romano e Colleferro. In quest’ultimo comune si ritornerà sui banchi lunedì prossimo, al termine della zona rossa, ad eccezione della scuola “Dante Alighieri” che riaprirà il giorno successivo.

SPALLANZANI: PIÙ DOSI VACCINI E SUPERARE LOGICA BREVETTI

Servono più dosi del vaccino antiCovid ed è neccesario superare la logica dei brevetti. Il messaggio è stato lanciato oggi dal direttore sanitario dell’Istituto Lazzaro Spallanzani di Roma, Francesco Vaia, che ha sottolineato: “Dateci più dosi e usciremo da questa pandemia tornando alla nostra vita. Bisogna vaccinare e occorre che il sistema si riappropri della sua capacità di approvvigionamento”. Sulla questione dei brevetti, secondo Vaia “le aziende li devono cedere e consentire alle industrie italiane di produrre, superando la logica geopolitica”.

AMBIENTE, REGIONE LAZIO PRESENTA PIANO PER SVILUPPO SOSTENIBILE

La qualità delle vita delle persone nelle componenti fisiche, psicologiche ed economiche, secondo un approccio complessivo ed unitario. È il cuore della strategia di sviluppo sostenibile della Regione Lazio, presentata oggi dal presidente Nicola Zingaretti che ha sottolineato: “Questo piano colloca la Regione all’avanguardia rispetto allo sforzo che dobbiamo fare per il nostro modello di sviluppo. Vogliamo guidare la transizione ecologica dell’Italia, abbiamo un comparto produttivo di imprese, aziende e cultura che può permetterci di farlo. Questa è la sfida che parte da oggi”.

MUSICA, MORTO A CASSINO LO STORICO DJ CLAUDIO COCCOLUTO

Claudio Coccoluto, dj di fama internazionale, e’ morto questa mattina nella sua casa di Cassino. Coccoluto, nato 58 anni fa a Gaeta, lottava da una anno contro una malattia. Aveva iniziato a mettere dischi dall’eta’ di 13 anni nel negozio di elettrodomestici del padre Erasmo, fino a diventare il primo dj europeo a suonare al Sound Factory Bar di New York. “Scompare un protagonista della scena creativa italiana e internazionale che con le sue note e la sua musica all’avanguardia ha fatto ballare intere generazioni di ragazzi e ragazze”, ha commentato il ministro della Cultura, Dario Franceschini.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»