Brasile, scontro tra bande rivali in carcere: nove morti

Una nuova violenta protesta dei detenuti in Brasile riapre il dibattito sulle condizioni delle carceri nel Paese latinoamericano
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print


ROMA – Una nuova violenta protesta dei detenuti in Brasile riapre il dibattito sulle condizioni delle carceri nel Paese latinoamericano, il terzo a livello mondiale per numero di persone dietro le sbarre. Ieri, scontri tra bande rivali hanno riguardato l’istituto penitenziario dello stato di Goias, nel centro occidentale del Paese, causando 9 vittime e 14 feriti.

Oltre 100 detenuti sono poi riusciti a evadere. Dalla sommossa ha avuto anche origine un incendio, vera causa dei decessi, e che ha richiesto l’intervento dei vigili del fuoco. Come evidenziano i media internazionali, in Brasile la situazione negli istituti penitenziari e’ seria, dal momento che la popolazione carceraria raggiunge le 726.712 persone a fronte di 370mila posti disponibili. Proteste e scontri scoppiano dunque di frequente: solo nel 2017, oltre cento persone hanno perso la vita.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»