Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Dall’Università di Pavia 750mila euro per sostegno ad affitti

Con Iseeu entro i 40mila euro. Rettore Svelto: "Un aiuto alle famiglie dopo la pandemia"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

PAVIA – Un milione di euro a favore del diritto allo studio, di cui 750mila a sostegno dei fuori sede che lo scorso anno hanno pagato un affitto in città, per una fascia di reddito piuttosto ampia (entro i 40mila euro di Iseeu). In presenza di tali requisiti, sarà sufficiente partecipare ad un bando pubblicato dall’Edisu (l’ente regionale per il diritto allo studio universitario) che è l’erogatore del fondo. È la decisione presa dal consiglio di amministrazione dell’università di Pavia all’avvio del nuovo anno accademico.

L’obiettivo– commenta soddisfatto il rettore Francesco Svelto- è quello di aiutare le famiglie che escono dalle difficoltà, anche economiche, della pandemia, soprattutto per chi non ha potuto avere accesso ai collegi”. Gli fa eco Francesco Rigano, presidente di Edisu, secondo il quale favorire la residenzialità significa favorire la partecipazione alle lezioni e agli eventi culturali e sportivi della città, entrambi “elementi di vita comunitaria fondanti della formazione professionale e umana dei nostri giovani”.

Oltre a questo stanziamento vi sono 43mila euro per il potenziamento del servizio di consulenza psicologica, già attivo dal maggio 2020, e 60mila euro ad integrazione del fondo per l’erogazione dei contributi straordinari gestito dall’Edisu. Il rimanente – pari a circa 147.000 euro – sarà impiegato per interventi incentivanti a favore degli studenti che svolgono tirocini formativi ad almeno 30 chilometri di distanza dalla propria sede universitaria (Pavia o Cremona) e l’importo riconosciuto sarà calcolato in base ai giorni di tirocinio effettuati in presenza.

“Siamo soddisfatti del milione stanziato perché accoglie le nostre richieste intervenendo su alcune delle maggiori difficoltà che affrontano gli universitari pavesi- commenta Simone Agutoli, membro del consiglio di amministrazione dell’università in rappresentanza degli studenti- Basti pensare che l’affitto di una camera singola in città costa circa 3500 euro all’anno. Ora, grazie allo stanziamento deliberato, gli studenti potranno contare su nuovi e importanti strumenti di supporto economico e psicologico, che si aggiungono ad altre misure similari, come l’abbonamento annuale scontato degli autobus urbani”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»