Fortuna (Unicusano): “Le telematiche già pronte alla dad”

Fabio Fortuna, magnifico rettore dell'Università Niccolò Cusano di Roma, commentando la situazione degli atenei nei mesi del lockdown.
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – “Le università italiane hanno reagito bene all’emergenza Covid. Dopo un iniziale periodo di difficoltà tutte le università hanno posto rimedio alla complessa situazione organizzando l’attività didattica online. E’ evidente che alcune strutture sono state facilitate dal fatto che già erano pronte in tal senso, mi riferisco in particolar modo alle università telematiche, ma anche le università che convenzionalmente svolgevano soltanto o in prevalenza attività in presenza sono riuscite poi in un tempo accettabile a organizzarsi e diminuire i disagi per gli studenti”. Lo ha dichiarato Fabio Fortuna, magnifico rettore dell’Università Niccolò Cusano di Roma, commentando la situazione degli atenei nei mesi del lockdown.
Lasciata alla spalle l’emergenza è iniziata la fase 2, che durerà fino a settembre, e “sarà caratterizzata da una continuazione di questa attività della didattica online- ha evidenziato- ma da luglio una nota del ministro Gaetano Manfredi consentirà alle università di riprendere in presenza lo svolgimento degli esami e delle sedute di laurea, sia pure con tutte le dovute accortezze connesse alla massima sicurezza. Vedremo poi quali sceglieranno questa via e quali continueranno fino a settembre l’attività didattica completamente online. Nella terza fase, che partirà da settembre, ciascuna università sceglierà un iter in base alla propria autonomia e sempre tenendo bene a mente che vanno garantite le condizioni di sicurezza. Potremo avere università che svolgeranno le lezioni online oppure in forma mista, parte in presenza e parte online, e altre che preferiranno lo svolgimento completamente a distanza, ma credo che non ci saranno atenei che opteranno per le lezioni totalmente in presenza”.
(DIRE) Roma, 1 giu. – Per gli appelli d’esame e le sedute di laurea “ritengo- ha sottolineato Fortuna- che da settembre si andrà incontro a una fase di normalizzazione, salvo una recrudescenza del virus per altro temuta e da alcuni annunciata. In sostanza la nota firmata dal ministro Manfredi si è orientata con prudenza e buon senso verso soluzioni che privilegiassero l’autonomia degli atenei sia nella seconda che nella terza fase e che ponessero come obiettivo fondamentale la garanzia e la sicurezza di tutti coloro che entrano in contatto con le strutture universitarie”.
I mesi di lockdown hanno evidenziato tutte le potenzialità della didattica a distanza “l’attività svolta- ha concluso il magnifico rettore dell’Unicusano- ha evidenziato le potenzialità della didattica online e la necessità di modernizzazione del sistema universitario italiano affinchè possa competere in modo adeguato a livello internazionale. Sottolineo come anche la prestigiosa università di Cambridge ha annunciato che la didattica, il prossimo anno, si svolgerà interamente online, a dimostrazione dell’efficacia di tale metodologia”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

1 Giugno 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»