Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Roma, Bernaudo (Li): “Primarie Pd lotta tra correnti, non cambiano la città”

Andrea Bernaudo, presidente di Liberisti Italiani e candidato sindaco di Roma: "Serve una svolta liberale"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Il Pd e la sinistra non potranno mai cambiare Roma, sono le forze politiche che più hanno governato la Capitale e i risultati sono sotto gli occhi di tutti. Le primarie annunciate da Zingaretti per il candidato sindaco saranno quindi le solite primarie delle correnti, perchè la loro visione è sempre la stessa, quella del più Stato, del più Comune, la linea che ci ha portato al fallimento”. Così Andrea Bernaudo, presidente di Liberisti Italiani e candidato sindaco di Roma, ha commentato le parole dell’ex segretario del Pd, Nicola Zingaretti, che ha annunciato le primarie del Pd per la scelta del candidato sindaco.

“Serve una svolta liberale per Roma- continua Bernaudo- Questa città va liberata e vanno fatte competere le migliori competenze della libera impresa per la gestione dei servizi. Il centrodestra deve aprire al piu presto un confronto, ma non per trovare il candidato supereroe, ma per avviare una vera rivoluzione del modulo amministrativo della Capitale. Alle primarie delle correnti della sinistra, il centrodestra può contrapporre le primarie delle idee e dei programmi, senza ridurre il dibattito a una logica di spartizione. Roma merita un confronto alto, per questo noi ci siamo”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»