Renzi: ok legge elettorale a luglio; Trump verso uscita accordi sul clima; Visco difende Bankitalia


Ecco il Tg politico realizzato dall’agenzia DIRE

RENZI: VOTO SEI MESI PRIMA O DOPO, NON CAMBIA NULLA

Il segretario del Pd Matteo Renzi ribadisce l’intenzione di approvare la legge elettorale entro la prima settimana di luglio. Per il leader del Pd è assurdo dire che il voto apre un problema di stabilità per il Paese. “In questi mesi votano tutte le principali democrazie europee. Andare alle elezioni in Italia non può essere un pericolo”, spiega.

CLIMA, TRUMP VERSO L’USCITA DAGLI ACCORDI DI PARIGI

Gli Stati Uniti usciranno dagli impegni sul clima sottoscritti a Parigi. L’annuncio non e’ ancora ufficiale, ma il sito web Axios, citando due fonti vicino all’amministrazione americana, conferma che la Casa Bianca ha deciso di disdire il patto sul cambiamento climatico. Il tema era stato al centro della recente visita di Trump in Italia. Il presidente americano aveva ricevuto in dono da Papa Francesco l’enciclica “Laudato sì”, e la raccomandazione ad avere cura dell’ambiente, che e’ la nostra casa comune.

VISCO DIFENDE BANKITALIA: SERVE SFORZO ECCEZIONALE

Al di la’ “dell’incertezza politica” le riforme dovranno continuare. Servono “passi avanti, non retromarce”. E’ il messaggio che il governatore della Banca d’Italia, Ignazio Visco, ha lanciato nelle sue considerazioni finali in occasione della relazione annuale a Palazzo Koch. Per il governatore occorre “uno sforzo eccezionale” per superare la crisi. Debito, lavoro e sofferenze bancarie le priorità da affrontare. Visco si è difeso dalle accuse sui casi di mala gestione: “Il nostro impegno è stato massimo”, dice.

NO DI ORLANDO AL TEDESCO, E APRE A PISAPIA

Contrastare il tedesco, la legge elettorale frutto dell’accordo con M5s e Forza Italia. Il ministro della giustizia Andrea Orlando incalza la maggioranza del Pd e apre a Pisapia e agli democratici. Bisogna salvare il centrosinistra, dice Orlando, che rivolge un appello all’ex sindaco di Milano. “Uniamo le nostre voci”, dice. E annuncia che se il Pd andra’ a una larga coalizione con forze neocentristre o di destra, sara’ necessaria una larga consultazione nel partito.

DISOCCUPAZIONE IN CALO AD APRILE

Disoccupazione ai minimi dal 2012. Ad aprile l’incidenza dei senza lavoro scende all’11,1 per cento, con un calo di 0,4 punti percentuali sul mese. Secondo i dati dell’Istat, nel mese ci sono 106mila persone senza lavoro in meno. Soddisfatto il presidente del consiglio Paolo Gentiloni. “Premiate le scelte di questi anni”, dice. Mentre il segretario del Pd Matteo Renzi ribadisce: Il Jobs Act funziona ma bisogna fare ancora di più”.

 

31 Maggio 2017
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»