AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE regionali 2015

Puglia. Emiliano primo nei sondaggi, Poli Bortone scalza Schittulli

M. Emiliano

M. Emiliano

ROMA –  In piena tempesta del centrodestra pugliese, che da ieri è riunito in un vertice fiume per stabilire se andare alle elezioni regionali contro Michele Emiliano con due candidati o uno solo, cala l’ultimo sondaggio compiuto da SWG per il Partito Democratico. Il quale non può che suffragare con i numeri quanto era nell’aria: il candidato di centrosinistra è ampiamente in vantaggio rispetto agli avversari. La novità, semmai, riguarda il centrodestra, con  Francesco Schittulli (candidato di Raffaele Fitto in asse con Ncd e Fratelli d’Italia) che cede il passo a Adriana Poli Bortone, sostenuta da Berlusconi, Lega e Nuovo Psi.

Visto il momento della destra, il sondaggio contempla più ipotesi di competizione: nell’eventualità che il candidato unico del centrodestra sia Schittulli il distacco con Emiliano è tra i 9 e i 17 punti (Emiliano tra 46 e 50 e l’oncologo barese tra 33 e 37%), se invece andasse in gara solo Poli Bortone, Emiliano condurrebbe con un consenso tra il 44 e il 48%, con Poli Bortone ferma tra il 35 e il 39. Non cambierebbe lo scenario nel caso di un mancato ricompattamento in extremis del centrodestra: Emiliano è primo con un consenso tra il 43 e il 47%, Poli Bortone è seconda tra il 20 e il 24%, Schittulli terzo con un consenso tra il 15 e il 19%. Resta terzo, o quarto, incomodo Antonella Laricchia, la giovane candidata del Movimento 5 stelle: il suo consenso è stimato tra l’11 e il 16%.

“I dati- commentano dal coordinamento della campagna elettorale di Emiliano- confermano l’andamento tendenziale di tutte le rilevazioni condotte negli ultimi mesi e ci confortano sulla bontà del lavoro fatto sino a questo momento dal centrosinistra pugliese. Come è del tutto evidente, una frammentazione del campo del centrodestra renderebbe la competizione meno incerta, ma allo stesso tempo causerebbe la forte disaffezione di una parte consistente dell’elettorato pugliese. Questo potrebbe comportare un’astensione che nessun candidato alla presidenza della Regione Puglia può davvero auspicare e che noi combatteremo in tutti i modi”.

Il sondaggio ha anche cercato di rilevare l’orientamento degli elettori per alcuni temi caldi dell’attualità pugliese. Riguardo all’Ilva, ben il 73% del campione chiede che si salvi l’apertura della fabbrica ma anche la tutela ambientale, mentre sulla Xylella, il 51% vorrebbe che si eradicassero solo gli ulivi malati, con il 23% che vorrebbe invece lo stop totale della eradicazione. Riguardo al Gasdotto, infine, il 25% chiede che il prossimo governatore provi a modificare il punto di approdo per il momento previsto a San Foca.

30 aprile 2015

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988