AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE giovani

Giovani lettori crescono. Al via a Bologna la Fiera internazionale del Libro per ragazzi

ROMA – Numeri con segno positivo per l’editoria rivolta a lettori under 18. Le buone notizie arrivano in apertura della 52ma edizione della Fiera internazionale del Libro per ragazzi di Bologna (30 marzo – 2 aprile). Il mercato dell’editoria per ragazzi incrementa il segno +, chiudendo con un + 5,7% complessivo (pari a oltre 168,2milioni di euro) rispetto al 2013 nei canali trade (esclusa la Grande distribuzione organizzata – dati Nielsen per Associazione Italiana Editori – AIE). Crescono le vendite della fascia dei bambini 6-9anni (+5,6%, raggiungendo così i 67milioni di euro) e di quella dei 10-13enni (+15,9%, il segmento supera i 34milioni di euro). Più contenuto l’incremento di fatturato dei libri per i piccolissimi (0-5 anni), +1,5%), che resta centrale con un fatturato di oltre 64milioni di euro. I più piccoli leggono anche più della media nazionale. Tuttavia meno del 2013. Crescono tutti gli indicatori: numero di case editrici, numero di titoli. Raddoppia poi il numero degli ebook prodotti. “Un settore che si conferma sano – ha commentato Francesca Archinto, coordinatrice del gruppo editori per ragazzi di AIE -. Secondo Nielsen le performance risultano particolarmente positive per i libri per bambini dai 6 ai 9 anni, che pesano da soli per il 40,3% del fatturato ragazzi, e confermate per quelle della fascia 0-5anni, che rappresentano un altro 38,6%. Proprio la fascia dei libri per bambini in età prescolare è quella che negli ultimi anni ha avuto una maggiore crescita, recuperando un gap rispetto gli altri Paesi accumulato negli anni passati”. libri

Il settore, secondo i dati dell’Ufficio studi AIE, vale 208,6milioni di euro (se consideriamo tutti i canali, compresi toy center, uffici postali, grande distribuzione), con 204 editori attivi e 5.219 titoli pubblicati nel 2013. I titoli ebook disponibili sono 1.949 nel 2014 (erano circa la metà, 1.105, nel 2013). I più piccoli leggono più della media degli italiani (ma meno del 2012): se in media è il 41% degli italiani a leggere almeno un libro in un anno (dati Istat), per la fascia 2-5 anni si arriva al 63,3%, per quella 6-10 al 44,6%, per quella 11-14 anni al 53,5%, per quella 15-17 anni al 51,1%. Sono però percentuali in diminuzione rispetto al 2013.

A Bologna, bambini e ragazzi saranno protagonisti assoluti del libro e della lettura con Facce da Libri, la serie di incontri che tornano per il quinto anno consecutivo nelle biblioteche dell’Istituzione Biblioteche Bologna tra autori e illustratori italiani e stranieri e ragazzi delle scuole primarie e secondarie di primo grado nelle mattinate del 30 e 31 marzo e del 1 aprile.

Milleottocentocento bambini coinvolti di oltre 30 diverse scuole, 11 biblioteche cittadine, 20 editori, 36 incontri con grandi scrittori e illustratori per ragazzi del calibro di Andrea Vitali, Guido Sgardoli, Beatrice Masini, Antonio Ferrara, Ermanno Detti e Roberto Piumini. Torna poi anche quest’anno il BOP – Bologna Prize per il Miglior Editore per Ragazzi dell’anno. Fiera del Libro per Ragazzi, BolognaFiere ed AIE valorizzeranno l’eccellenza dell’editoria per ragazzi di tutto il mondo con un riconoscimento agli editori che maggiormente si sono distinti per il carattere creativo e la qualità delle scelte editoriali nel corso dell’anno. Grande spazio sarà dedicato anche ai contenuti nel digitale nel convegno internazionale organizzato da TISP (Technology Innovation for Smart Publishing) Finding the reader: come raggiungere i lettori in un mondo sempre più cross-mediale, previsto il 31 marzo alle 14 nella sala Suite. La Masterclass, organizzata da TISP, Fiera del Libro per ragazzi di Bologna e AIE, fornirà una panoramica sulle opportunità e le strategie di promozione che gli editori possono mettere in atto per raggiungere un’audience di giovani lettori sempre più mobile e cross-mediale.

30 marzo 2015

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988