Manovra, il sottosegretario Durigon: “Quota 100 costerà meno dei 6,7 miliardi previsti”

"Dalla relazione tecnica sappiamo già che costerà certamente meno", annuncia Claudio Durigon, sottosegretario al Lavoro.

Condividi l’articolo:

ROMA – Quota 100 è cifrato in manovra con un fondo da 6,7 miliardi per il 2019 ma “dalla relazione tecnica sappiamo già che costerà certamente meno”. Lo annuncia Claudio Durigon, sottosegretario al Lavoro, a margine di un convegno al Cnel.

“Ci sono due strade” per presentare le norme sulle pensioni su quota 100, aggiunge Durigon: “Un decreto legge e un emendamento alla manovra” che potrebbe arrivare già nell’iter parlamentare alla Camera della legge di bilancio.

Quota 100, sggiunge infine il sottosegretario, parte da gennaio ma “la prima finestra” per aderire e andare in pensione sarà “ad aprile. Non c’è alcuna intenzione di rinviare a maggio e fare delle finestre quadrimestrali per risparmiare. Le finestre restano trimestrali”.

Leggi anche:

29 Nov 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»