Lazio

Rissa in Campidoglio tra due consiglieri: Peciola lancia sedia ad Onorato

dito onorato2Una violenta lite in conferenza dei capigruppo ha appesantito il clima già infuocato in Assemblea capitolina. A quanto si apprende da fonti di entrambi gli schieramenti, nella riunione dei presidenti convocata al termine della seduta e della energica protesta dei lavoratori della Roma Multiservizi, tra i consiglieri Gianluca Peciola (Sel) e Alessandro Onorato (Lista Marchini) sono volate parole grosse e addirittura una sedia – una di quelle robuste che arredano la sala delle Bandiere del Campidoglio – che il vendoliano avrebbe lanciato al collega, reo a suo avviso – racconta qualche ‘testimone’ – di aver fomentato la protesta dei lavoratori della municipalizzata strumentalizzandoli. I due si sarebbero poi pesantemente scagliati l’uno contro l’altro finendo anche a terra, con gli altri capigruppo a tentare di separarli. Onorato ha ‘parato’ la sedia con la mano, riportando poi evidenti escoriazioni sulle braccia e una sospetta frattura a un mignolo, tanto che ora i vigili urbani capitolini lo stanno accompagnando all’ospedale San Carlo di Nancy, mentre è in corso una riunione dell’ufficio di presidenza dell’Assemblea per valutare la vicenda. Non si escludono sanzioni per il vendoliano Peciola.

“Ormai- scrive Onorato, sul profilo Facebook- .non è sicuro neanche andare in Campidoglio a rappresentare i cittadini che finisci in ospedale perché aggredito e minacciato. Una volta c’era la sinistra del popolo e degli operai oggi c’è quella dei centri sociali che ti aggredisce se li richiami alle loro responsabilità. Grazie per il mignolo rotto. Povera Roma. Poveri noi. #PeciolaVergogna”.

“La riunione dei capigruppo era terminata e non c’entra nulla la questione Multiservizi- ha replicato Peciola- Onorato ha insultato vergognosamente la consigliera Azuni, io ho risposto a quegli insulti e lui ha tentato di aggredirmi facendo il giro del tavolo e venendo verso di me che ero seduto. Penso quanto accaduto sia molto grave, perche’ alla vergogna dell’insulto si e’ unita la vergogna dell’aggressione in un luogo istituzionale”.

28 maggio 2015
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»