AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE Emilia-Romagna

Federconsumatori contro Volkswagen: chiederà una perizia

volkswagen

BOLOGNA – Anche l’ultima risposta della Volkswagen, arrivata martedì, “non è stata soddisfacente, perciò dopo Pasqua valuteremo se rivolgerci a un giudice perché nomini un tecnico per svolgere una perizia“. Parlando alla ‘Dire’, l’avvocato Giuseppe Genna, che segue, per conto di Federconsumatori Bologna, la vicenda della sostituzione del software che truccava i dati sulle emissioni nei motori diesel delle auto Volkswagen, offerta gratuitamente dall’azienda ai clienti- e che secondo l’associazione potrebbe rendere le auto più lente e meno potenti, oltre ad aumentarne i consumi- fa sapere che potrebbe essere questa la prossima mossa dei circa 15 clienti che stanno portando avanti il contenzioso con la casa tedesca. Riguardo a questa vicenda, a gennaio Federconsumatori ha aperto uno sportello dedicato ai clienti Volkswagen, e insieme ad alcuni avvocati, tra cui Genna, ha spedito all’azienda e ai concessionari delle lettere per avere informazioni chiare sull’intervento di sostituzione del software incriminato e sulle sue conseguenze.

E proprio rispondendo all’ultima di queste lettere, dichiara Genna, “l’azienda si limita a scrivere che contesta quanto sosteniamo sulla perdita di potenza e sull’aumento dei consumi, affermando che la sostituzione del software non provocherà nessuna delle due cose, e ci chiede di non portare avanti azioni legali sulla vicenda”. Troppo poco, per il legale, che dopo Pasqua proporrà ai clienti “di chiedere una perizia, sperando che qualcuno di loro sia disposto a sobbarcarsi i costi che un’azione del genere comporta, che sono molto alti”.

26 marzo 2016

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988