AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

Dipendenti pubblici, Ius: “Sono troppi e costano troppo, snellire”

SAN MARINO – “Nel 2014 gli stipendi della Pubblica amministrazione sono costati 90 milioni di euro, praticamente l’intera somma della monofase relativa al settore commercio, che è di 50 milioni, e gli introiti dei carburanti, che sono di 40 milioni”. A fare i conti in tasca alle casse pubbliche sammarinesi, durante l’incontro di presentazione dello Ius, la confederazione che unisce le categorie rappresentate da Osla, Usot e Usc, è proprio la presidente dell’ultima sigla, quella dei commercianti, Andreina Bartolini: “Abbiamo chiesto al governo uno snellimento della macchina statale, per un fatto di costi“, afferma di fronte alla platea di oltre 250 persone che ieri sera si è riunita al centro congressi Kursaal di San Marino.

IUS_sm“Il Liechtenstein- prosegue- che ha 36.000 abitanti, conta fra i 1.500 e i 2.000 addetti Pa”. Fatte le dovute proporzioni, sul Titano “sono il triplo”, lamenta Bartolini. Che precisa: “La Pa è indispensabile e questa non è una critica nei confronti di chi ci lavora“. Quindi un attacco nei confronti del governo alla luce dei recenti “controlli sugli scontrini fiscali”. Ius, dice, “vuole vedere i dati sugli andamenti dei primi tre mesi”. Se i numeri non mostreranno che le verifiche hanno portato effetti significativi, conclude la numero uno di Usc, “il governo presenti le dimissioni”.

26 gennaio 2016

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988