Emilia Romagna

Apre la Ciclabilona di Bologna, mercoledì il taglio del nastro

ciclabilonaTaglio del nastro per la nuova ciclopedonale metropolitana lungo il Reno e il Navile che permetterà di andare (a piedi o in bici) da Casalecchio a Castel Maggiore, sfiorando il centro di Bologna. Mercoledì, infatti, si inaugura la “ciclovia del Navile”. E’ un progetto annunciato due anni fa per realizzare 15 chilometri di pista con un investimento di 600.000 euro (stanziati dalla Fondazione del Monte) per riaprire varchi chiusi, ripulire tratti malandati e illuminare i sottopassi. In più sono state aggiunte indicazioni e cartellonistica. I lavori sono partiti nel 2014.

Il progetto, aveva spiegato il presidente della Fondazione Marco Cammelli presentando l’idea, “ha un’importanza immensa: può diventare uno strumento da usare nella quotidianità” e non solo quindi per gli amanti delle passeggiate e i turisti. Non a caso, infatti, si è messa mano ad alcuni tratti, come il sottopasso di via Zanardi, pericolosi per i ciclisti e che oggi, grazie alla riapertura del sottopasso ferroviario, permetteranno di muoversi in sicurezza fino al centro della città (ora i ciclisti, per andare da una parte all’altra di via Zanardi,  devono avventurarsi sotto il ponte della ferrovia dove, in uno spazio molto stretto, sfrecciano le auto). L’ingresso della nuova ciclovia metropolitana è in via Bovi Campeggi e corrisponde a quello che un tempo era l’antico porto del Maccagno (luogo poco conosciuto persino dagli stessi bolognesi).

Mercoledì, chi vorrà esplorare il nuovo percorso ciclo-pedonale, potrà mettersi in sella e pedalare in compagnia sulla pista che collega Casalecchio a Bologna. Su facebook, nell’evento diffuso dalla Consulta della bicicletta, in 118 hanno già detto che ci saranno. Due i punti di ritrovo per partire: dalla Centrale elettrica della Canonica di Casalecchio di Reno (via dei Canonici Renani)e dal Ponte della Bionda a Bologna (via dei Terraioli). L’appuntamento è alle 18, mentre alle 19 l’attesa è per il rituale taglio del nastro, al Sostegno della Bova di via Bovi Campeggi. Da lì poi si parte in bici (o a piedi) in direzione Villa Angeletti dove dalle 19.30 in poi, i gruppi di ciclisti potranno rinfrescarsi con un aperitivo nel parco, aspettando le 21 e lo spettacolo “Letture a domicilio” a cura delle due artiste Sussi e Biribissi. Una cantastorie e una musicista, all’interno della Lunetta Mariotti diletteranno i presenti con il racconto (musica e parole) di storie, fiabe e leggende.

Alle 21.30 invece sarà la volta della Roaring Emily Jazz Band (con tanto di esibizione di ballerini), band, specializzata in swing anni quaranta, che da dieci anni si esibisce in jazz club, teatri e piazze di tutta Europa. La serata sarà un primo tentativo di portare i bolognesi alla scoperta della nuova ciclovia. Poi sarà tutto in mano a pedoni e ciclisti: “Bisognerà che le associazioni e i cittadini si diano da fare per mantenere l’itinerario ciclopedonale- aveva ammonito Cammelli- perché le amministrazioni il loro lavoro lo hanno fatto”.

25 giugno 2015
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»