Salvini a San Lorenzo dopo omicidio Desirèe; Ipotesi disastro colposo per crollo scala; Bonafede saluta Ilaria Cucchi

SALVINI CONTESTATO A SAN LORENZO, LUI: “AL VIA PIANO SGOMBERI”

Un centinaio di persone, a San Lorenzo, ha contestato il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, in visita nel luogo dove è stato ritrovato il cadavere di Desirée, la sedicenne di Cisterna di Latina per la quale la Procura indaga per omicidio e stupro. Salvini, accolto dal coro ‘Sciacallo’, ha quindi rinunciato a visitare il capannone fatiscente: “Avevo portato una rosa per Desirée, ma sono stato fermato da imbecilli”. Il ministro dell’Interno ha poi annunciato un piano di sgomberi: “C’è una situazione di illegalità e di violenza a Roma inaccettabile. Ci sono quasi cento immobili occupati. E’ ora di riportare regole e disciplina. Gli occupanti abusivi si preparino a fare le valigie”.

RAGGI: RIPORTARE LEGALITA’, SALVINI HA GARANTITO 250 UOMINI

Sgomberi, criminalità e rafforzamento delle forze dell’ordine. Di questo si è parlato stamani durante il Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza a Roma, a cui hanno partecipato, tra gli altri, la sindaca di Roma, Virginia Raggi, il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, e il procuratore capo di Roma, Giuseppe Pignatone. “Ci aspettiamo un segnale forte dal Governo- ha spiegato Raggi- Il ministro Salvini ci ha garantito che manderà altri 250 uomini nella Capitale. Così come ci ha garantito un supporto sulla questione dei Casamonica”. Parlando di occupazioni abusive, Raggi ha poi assicurato che “saranno liberate e poi abbattute le strutture pericolanti”.

CROLLO SCALA MOBILE METRO A, PROCURA IPOTIZZA DISASTRO COLPOSO

Sarà la Procura di Roma – che indaga per disastro colposo e lesioni – a stabilire quanto è accaduto ieri alla stazione Repubblica della Metro A quando, intorno alle 19, è collassata la scala mobile. Ventiquattro i feriti, la maggior parte tifosi russi del Cska Mosca, tra cui uno, grave, che rischia l’amputazione del piede. Per il comandante dei Vigili del Fuoco di Roma si è trattato di un incidente strano. L’Atac ha fatto sapere che “sulla scala mobile sono stati effettuati regolarmente gli interventi di manutenzione e le verifiche dei dispositivi di sicurezza”. Intanto oggi la stazione Repubblica è stata chiusa e l’intera area è posta sotto sequestro. I treni della metro continuano a transitare senza fermarsi alla stazione.

CUCCHI, BONAFEDE IN TRIBUNALE SALUTA ILARIA FUORI AULA PROCESSO

Visita a sorpresa del ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede, al Tribunale di Roma dove ha incontrato Ilaria Cucchi fuori dalla I Corte d’Assise, dove è in corso il processo per la morte del fratello Stefano. “Ho detto a Ilaria che stiamo lavorando affinche’ i casi come il suo abbiano giustizia in tempi brevi” ha raccontato Bonafede. In apertura il pm Giovanni Musarò ha spiegato che “questa storia e’ costellata di falsi da dopo il pestaggio ed è proseguita in maniera ossessiva subito dopo la morte di Stefano Cucchi. C’è stata un’attività di inquinamento probatorio che ha indirizzato in modo scientifico prove verso persone che non avevano alcuna responsabilità”.

24 ottobre 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»