AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE friuli v.g.

Ente tutela pesca, undici nuove guardie ittiche volontarie

regione-fvg-sedeUDINE – Undici nuove guardie ittiche volontarie dell’Ente tutela pesca hanno giurato ieri dinanzi al sindaco di Udine, Furio Honsell. E’ questo l’ultimo dei passaggi formali richiesti per entrare in servizio dopo il corso formativo svoltosi nel 2015, il superamento del relativo esame, gli adempimenti medico-sanitari.
Le nuove guardie giurate dell’Etp addette alla vigilanza in materia di pesca nelle acque dolci del Friuli Venezia Giulia iniziano ora la loro attività, con la qualifica di agenti di polizia giudiziaria, proprio in prossimità dell’apertura della nuova stagione della pesca fissata per domenica 27 marzo.
Dal punto di vista organizzativo si inseriranno nei 15 gruppi in cui è strutturata la vigilanza ittica volontaria.
“Uno degli articoli più importanti della nostra Costituzione è il 9, che prevede la tutela dell’ambiente in termini sia di paesaggio sia patrimonio storico“, ha commentato il sindaco Honsell. “Proprio in quest’ottica il ruolo della guardia ittica è prezioso e indispensabile. Sono davvero commosso dall’esempio di tanti cittadini disposti a mettersi a disposizione con un senso così alto del bene comune”.
“Da sempre il volontariato anima l’Ente tutela pesca – sottolinea l’assessore regionale Paolo Panontin – e anche in questa fase di riforma è apprezzabile l’inserimento di nuove forze che si avvicinano all’Ente, nella cui riorganizzazione è importante che continui a manifestarsi in cittadini e pescatori una disponibilità da valorizzare adeguatamente anche in futuro”.
Con questi ultimi giuramenti sale a 153 il numero di persone che svolgono attività di sorveglianza sulla pesca nelle nostre acque dolci. Un arrivo più che positivo che incrementerà gli effettivi delle guardie che già operano sul territorio e rafforzerà i gruppi meno numerosi, affiancandosi ad altri corpi che effettuano la sorveglianza sulla pesca. Per il presidente dell’Etp, Flaviano Fantin, “le nuove guardie volontarie confermano l’apporto diretto e il ruolo essenziale dei pescatori sportivi. L’Ente è in fondo la dimostrazione tangibile della capacità del mondo sportivo di svolgere una funzione di grande rilevanza a tutela dell’ambiente”. “Le guardie volontarie – così il direttore Paolo Stefanelli – rappresentano un valore aggiunto per l’Ente tutela pesca in quanto svolgono oltre 20mila ore di vigilanza all’anno.
I volontari Etp costituiscono l’organo di vigilanza più attivo in materia di pesca assieme al Corpo forestale regionale e agli agenti della Polizia provinciale”.

24 marzo 2016

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988