Politica

Femminicidio, Orlando: “Il 74,5% degli autori sono italiani”

ROMA  – Tra gli assassinii che vedono le donne come vittime, nella maggior parte dei casi si tratta di femminicidio. L’autore è praticamente sempre un uomo, con netta prevalenza di soggetti italiani. Emerge questo dai dati comunicati in commissione parlamentare di inchiesta sul femminicidio dal ministro della Giustizia Andrea Orlando.

COSA DICONO I DATI

Esaminando 417 sentenze, rappresentative di oltre il 60% dei casi di omicidi con vittima di genere femminile, l’85% dei casi sono classificabili come femminicidio.

La distribuzione geografica risulta sostanzialmente omogenea nelle diverse zone del Paese.

Nel 98% dei casi l’autore del reato è un uomo e la nazionalità dell’autore conferma la prevalenza di soggetti italiani (74,5%), come non molto dissimile risulta evidentemente il dato sulla nazionalità della vittima (italiana nel 77,6% dei casi).

 

 

22 novembre 2017
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»