Politica

Clima. Renzi all’Onu: “La vera sfida? Chiudere gli occhi e immaginare”

renzi onuROMA – “La vera sfida oggi è chiudere gli occhi per un secondo e immaginare”, perché “se chiudiamo gli occhi possiamo vedere i nostri figli e nipoti”, ai quali dobbiamo consegnare un pianeta non devastato dai mutamenti climatici in atto. Il presidente del Consiglio Matteo Renzi lo dice intervenendo alle Nazioni Unite, a New York, nel corso della ratifica dell’accordo sul Clima raggiunto alla Cop21 Parigi. Oggi, infatti, al Palazzo di vetro, “per la prima volta dopo tanti anni in questo edificio, in questa sala prestigiosa ma così ricca di divisioni, finalmente ospitiamo una visione e non una divisione“, dice Renzi, rilevando “finalmente un segnale di responsabilità per le generazioni future, finalmente un messaggio di pace”.

“ITALIANI ORGOGLIOSI DEI RISULTATI DI COP21” – “L’accordo sulla sostenibilità energetica” raggiunto alla Cop 21 di Parigi è molto importante, e “siamo molto orgogliosi come italiani per i risultati ottenuti e per quelli che otterremo, ma la cosa più importante è il messaggio politico che invia”, infatti oggi “diamo il messaggio che la politica può dare speranza alle prossime generazioni”.

“Continueremo a lavorare insieme per implementazione singoli punti accordi Parigi”, dice Renzi, “oggi è una grande giornata perché finalmente la comunità internazionale capisce l’importanza di dare un messaggio comune per il futuro delle prossime generazioni”. Come italiani, conclude il presidente del Consiglio, “considereremo” i contenuti dell’accordo di Parigi come una “priorità per le nostre iniziative domestiche e per la presidenza del G7 l’anno prossimo, e in generale per il nostro ruolo sulla scena europea” perché c’è “finalmente un messaggio di speranza”.

22 aprile 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»