Lazio

Comunali, Delrio a Raggi: “Giachetti non si dimette se telefona Renzi”

G. Delrio

ROMA – ”A Roma non serve un sindaco che si dimette se gli arriva una telefonata di un altro. Io non capisco come i romani possano votare una che dice che si potrebbe dimettere se gli arriva una telefonata nelle notte di un anonimo che dice di parlare a nome di Beppe Grillo. Un sindaco non è di proprietà di un partito. Giachetti non si dimetterà se gli arriva telefonata di Renzi. Perché il sindaco non appartiene ai partiti o ai movimenti ma appartiene alla città, appartiene ai romani”. Lo dice il ministro ai Trasporti Graziano Delrio intervenendo a una iniziativa del Pd a Piazza Campo De ‘ Fiori ‘Vincere a Roma’, organizzata da Michele Meta a sostegno del candidato a sindaco Dem Roberto Giachetti. La stoccata è alla candidata M5s Virginia Raggi.

21 maggio 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»